.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

Elettronica II


Denominazione del corso: Elettronica II
Corso di studi: I4L - Laurea magistrale in Ingegneria Elettrica
Quadrimestre/Semestre:
Anno:
Numero di moduli: 1
Crediti: 9
Ore: 90
Tipologia: C - Attività affini o integrative
Struttura: monodisciplinare
Settore Scientifico Disciplinare: ING-INF/01 (Elettronica)

Docente: Vincenzo Stornelli (90 ore). Titolo copertura: cattedra (prof. associato)
Orario di ricevimento: Martedi 15-16


Programma sintetico del corso:

Vengono presentati approfondimenti del corso di Elettronica I in particolare sull'amplificatore operazionale. Programma sintetico: Concetti fondamentali di elettronica analogica, segnali, amplificazione, impedenze, componenti elettronici, retroazione. Circuiti per la polarizzazione. Circuiti amplificatori (semplici, differenziali). Approccio in tensione: amplificatore operazionale. Concetti base, schemi, configurazioni. Approccio in corrente: CCII. esercitazioni numeriche, di laboratorio e con Spice.

Programma esteso del corso:

Link Programma completo (PDF)    (Aggiornato il 16-09-2017)

Programma del corso di Elettronica II (a.a. 2015-16, I semestre) 1. Concetti fondamentali. Elettronica analogica e digitale. Segnali in tensione e in corrente. Segnali DC e AC. Piccoli e grandi segnali. Amplificazione e impedenze. Retroazione negativa e positiva. Componenti elettronici : diodi, transistor, amplificatori (modelli equivalenti, retta di carico, polarizzazione, carichi attivi). Fotodiodi e applicazioni. 2. Circuiti per la polarizzazione. Generatori di tensione (alimentatori, stabilizzatori); generatori di corrente (specchi). 3. Circuiti amplificatori. Ripasso amplificatori 1 ingresso 1 uscita. Amplificatori differenziali : schema di base, carico attivo. Amplificatori a transconduttanza (OTA). Stadi di uscita e classi degli amplificatori. 4. L’approccio in tensione. Amplificatore operazionale. Concetti di base. Schemi interni di MC 1435, LF411 e uA741. Configurazione invertente (I), non invertente (NI), integratore e derivatore I e NI, differenziale a 4 resistenze, per strumentazione, sommatore I e NI, convertitore I-V, convertitori V-I con carico floating e a massa, amplificatore selettivo, bootstrap, amplificatore logaritmico ed esponenziale, sfasatori, clipper, clamper, raddrizzatori, misuratore di valore assoluto, rivelatori di picco, circuito a tenuta e campionamento, filtri attivi, convertitori R-T per applicazioni sensoristiche, simulatori di impedenza, comparatore analogico con e senza isteresi, astabile, oscillatori a ponte di Wien, a sfasamento e ad alta frequenza. 5. L’approccio in corrente. Current-conveyor di prima e seconda generazione. Funzionalità. Esempio di schema interno. Componenti parassiti. Parallelismo con il MOSFET. Comparazione con l’amplificatore operazionale. Applicazioni: amplificatore, integratore, derivatore, sommatore. L’AD844. Esercitazioni numeriche. Esercitazioni di laboratorio: 1) Emettitore comune a carico passivo e attivo; 2) Amplificatore differenziale a BJT; 3) Amplificatore differenziale con operazionale e per strumentazione; 4) Sfasatori e Filtri attivi e passivi; 5) applicazione del CCII con l’AD844. Il simulatore SPICE. Esercitazioni con Spice : 1) Circuiti RC e a diodi; 2) Emettitore comune a carico passivo e attivo; 3) Amplificatore differenziale a BJT; 4) Amplificatore differenziale con operazionale e per strumentazione; Sfasatori e Filtri attivi e passivi; 5) applicazione del CCII con l’AD844. SEMINARI CULTURALI.


Testi consigliati:

Sedra-Smith: Circuiti per la microelettronica

LEZIONI DEL DOCENTE

            
            
                         


Modalità d'esame:

Esercizio seguito da due domande orali


Risultati di apprendimento previsti:

Conoscere bene tutta l'elettronica analogica a bassa frequenza


Link Verifica la presenza di materiale didattico sul sito ELearning@AQ