.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

Architettura Tecnica III


Denominazione del corso: Architettura Tecnica III
Corso di studi: I4A - Laurea magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura U.E.
Quadrimestre/Semestre:
Anno:
Numero di moduli: 2
Crediti: 9
Ore: 120
Tipologia: D - Attività a scelta dello studente
Struttura: monodisciplinare
Settore Scientifico Disciplinare: ICAR/10 (Architettura Tecnica)

Docente: Alessandra Bellicoso (120 ore). Titolo copertura: Aggregato (Ricercatore)
Orario di ricevimento: Giovedì 9,30-11,30 previo appuntamento via e-mail


Programma sintetico del corso:

Il Corso si propone di fornire i parametri informativi di base e gli strumenti metodologici per la conoscenza e l’individuazione dei caratteri delle tipologie edilizie per la cultura, considerate nelle diverse componenti, linguistico-architettoniche, spaziali-distributive e tecnico-materiche. Esso intende quindi, nell’ambito disciplinare dell’Architettura Tecnica, affrontare il tema della fattibilità tecnico-costruttiva del progetto di architettura, indagando il ruolo della tipologia architettonica nella progettazione ed elaborando strumenti analitici e procedure operative in grado di ricondurre ad una sintesi coerente e congruente il sistema figurativo, il programma funzionale e la concezione costruttiva dell’organismo edilizio.

Programma esteso del corso:

Link Programma completo (PDF)    (Aggiornato il 1-11-2017)

Il Corso propone lo studio delle tipologie edilizie destinate alla cultura, analizzandone i caratteri tipologici come struttura logica dell’organismo architettonico, attraverso letture critiche di opere di architettura finalizzate all’individuazione dello specifico ruolo svolto dalle tipologie nell’impostazione del progetto. In quest’ottica il Corso intende: (Primo semestre) - approfondire il concetto di “tipo” e la sua evoluzione storico-critica, indagandone le implicazioni in termini operativi rispetto ai temi del progetto di architettura; - approfondire la conoscenza di alcuni edifici per la cultura (scuole, biblioteche, musei) analizzandone gli aspetti fondamentali sia di natura funzionale, formale, tipologica che costruttiva e definendone i rapporti gerarchici e di sistema nell’ottica di una progettazione integrale dell’organismo edilizio; - individuare le problematiche connesse al progetto contemporaneo relativamente alle implicazioni poste dall’avanzamento scientifico e tecnologico, assumendo il progetto come prefigurazione sia delle fasi operative che del risultato atteso, definendo, per le prime, un progetto della conoscenza in cui delineare la definizione del contesto del progetto, degli obiettivi dell’intervento e delle loro possibili relazioni; e per il secondo, una matrice di possibili esecutivi in cui organizzare, in termini metaprogettuali, le possibili soluzioni alternative e, in termini architettonici, quelle funzionalmente congruenti e costruttivamente fattibili; (Secondo semestre) - elaborare strumenti analitici e metodologici che consentano di identificare la successione delle fasi progettuali come passaggio iterativo e controllato dalla definizione di uno spazio ideale astratto ad uno concreto e congruente, traducendo il progetto in termini di processo di sintesi tra l’ideazione della forma e la sua fattibilità costruttiva. - approfondire le problematiche tecnologiche connesse all’impiego dei sistemi a secco relativamente alle ossature portanti, alle chiusure orizzontali e all’involucro. Esercitazioni progettuali Primo Semestre: Analisi tipologica di alcune classi di edifici per l’istruzione, su casi di studio selezionati, attraverso la definizione delle logiche proprie e delle connessioni sintattiche relativamente ai sistemi figurativo, funzionale e costruttivo; definizione e organizzazione dei dati di progetto sia di natura dimensionale che prestazionale e individuazione e codifica delle attuali prassi progettuali, attraverso l’elaborazione di schemi tipologici di riferimento. Secondo semestre: Elaborazione progettuale di una scuola alle diverse scale, dall’impostazione tipologica e architettonica fino all’approfondimento costruttivo e di dettaglio.


Testi consigliati:

“Manuale di progettazione edilizia: manuali, strumenti e norme”, Hoepli, Milano; vol.1: Tipologie e criteri di dimensionamento 1992; vol.2 Criteri ambientali e impianti, 1994; vol.3 Progetto tecnico e qualità, 1994; vol. 4 Tecnologie: requisiti, soluzioni, esecuzione, prestazioni, 1995; vol. 5 Materiali e prodotti, 1995;

“Grande Atlante di Architettura”, Utet, Torino; Atlante dei tetti, 1998; Atlante del cemento, 1998; Atlante del legno 1999; Atlante del vetro 1999; Atlante dell’acciaio, 2000; Atlante dei materiali, 2006;

Gazzola L., “Architettura e tipologia”, edizioni Officina, Roma 1987;

Maretto P., “Realtà naturale e realtà costruita”, Uniedit, Firenze, 1984;

Campioli A., “Il contesto del progetto. Il costruire contemporaneo tra sperimentalismo, high-tech e diffusione delle tecnologie industriali”, Franco Angeli, Milano, 1993;

Perazzo V., “L’orizzonte della progettualità”, Libreria CLUP, Milano, 2000;

Gangemi V., “Cultura e impegno progettuale. Orientamenti e strategie oltre gli anni 90”, Franco Angeli, Milano, 1992;

Antonini E., “Progettare scuole sostenibili”, Edicom Edizioni, Monfalcone (Go), 2011;

Gaspari J., “Il progetto dell’involucro efficiente”, Edicom Edizioni, Monfalcone (Go), 2010;

Bibliografia tematica 
Selezione di testi e riviste di settore in relazione allo specifico tema dell’anno per le esercitazioni progettuali


Modalità d'esame:

L’esame prevede un colloquio orale sui contenuti delle lezioni e una discussione sugli elaborati prodotti nelle esercitazioni progettuali


Risultati di apprendimento previsti:

a) Conoscenze e capacità di comprensione: conoscenza del ruolo del tipo come struttura logica di un organismo edilizio; capacità di analisi e comprensione degli aspetti di natura funzionale, formale e costruttiva degli organismi edilizi per la cultura nelle loro diverse categorie tipologiche. b) Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di definire strumenti metodologico-operativi finalizzati al progetto inteso come sintesi tra ideazione formale e fattibilità costruttiva; capacità di elaborazione progettuale dalla scala architettonica a quella costruttiva.


Link Verifica la presenza di materiale didattico sul sito ELearning@AQ