.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

Teoria delle Strutture


Denominazione del corso: Teoria delle Strutture
Corso di studi: I4C - Laurea magistrale in Ingegneria Civile
Quadrimestre/Semestre:
Anno:
Numero di moduli: 1
Crediti: 9
Ore: 90
Tipologia: B - Attività caratterizzanti
Struttura: monodisciplinare
Settore Scientifico Disciplinare: ICAR/08 (Scienza Delle Costruzioni)

Docente: Angelo Di Egidio (90 ore). Titolo copertura: cattedra (prof. associato)
Orario di ricevimento: Si ricevono gli studenti ogni mercoledì, dalle ore 9:30 alle ore 11:00, presso l'aula A.1.15 di Roio.


Programma sintetico del corso:

Programma del corso: TEORIA DELLE STRUTTURE Docente: Prof. Angelo DI EGIDIO Nel corso di Teoria delle Strutture viene affrontata la modellazione matematica e l'analisi fenomenologica del comportamento di piu' tipologie di struttura. Attraverso la descrizione del problema cinematico, statico e del legame costitutivo si giunge, mediante approccio basato prevalentemente sul metodo degli spostamenti, alle equazioni governanti il problema di campo dell'elemento strutturale. La parte teorica e' sempre accompagnata da specifiche esercitazioni al fine di mettere in luce la fenomenologia comportamentale del singolo oggetto strutturale. La parte finale del corso si occupa dello studio di strutture composte da piu' elementi strutturali di diversa natura (graticci di travi curve, serbatoi, silos, ecc.).

Programma esteso del corso:

Link Programma completo (PDF)    (Aggiornato il 27-09-2017)

Programma del corso: TEORIA DELLE STRUTTUREl. Docente: Prof. Angelo DI EGIDIO. Nel corso di Teoria delle Strutture viene affrontata la modellazione matematica e l'analisi fenomenologica del comportamento di piu' tipologie di struttura. Attraverso la descrizione del problema cinematico, statico e del legame costitutivo si giunge, mediante approccio basato prevalentemente sul metodo degli spostamenti, alle equazioni governanti il problema di campo dell'elemento strutturale. La parte teorica e' sempre accompagnata da specifiche esercitazioni al fine di mettere in luce la fenomenologia comportamentale del singolo oggetto strutturale. La parte finale del corso si occupa dello studio di strutture composte da più elementi strutturali di diversa natura (graticci di travi curve, serbatoi, silos, ecc.). In particolare gli argomenti trattati sono: 1)Richiami del continuo di Cauchy in forma operatoriale. 2)Elementi strutturali monodimensionali: il modello monodimensionale polare: la trave rettilinea; la trave su suolo elastico; la trave curva; la trave ad anello. 3)Elementi strutturali bidimensionali piani: la lastra di forma qualsiasi; la lastra assialsimmetrica; la piastra di forma qualsiasi (modelli di Mindlin e Kirchhoff); la piastra assilasimmetrica. 4)Elementi strutturali bidimensionali curvi: la membrana cilindrica; la membrana di rivoluzione; i gusci cilindrici: tubi; i gusci assialsimmetrici: le cupole sferiche (teoria di Meissner e Geckeler). 5)Le strutture composte: il metodo delle forze con i coefficienti bordo; il metodo degli spostamenti con i coefficienti bordo; la sfera approssimante.


Testi consigliati:

O. Belluzzi, Scienza delle Costruzioni, Vol.3.

S.P. Timoshenko, Theory of Plates and Shells.

Link Dispense del docente pubblicate sul portale di E-LEARNING@AQ

            
            
                         


Modalità d'esame:

Tesina su argomento correlato al programma da sviluppre durante l'anno e prova orale di accertamento.


Risultati di apprendimento previsti:

Il corso di Teoria delle Strutture ha due obiettivi formativi fondamentali: 1) La formalizzazione matematica di elementi strutturali non standard e di strutture composte; 2) Mettere in luce la fenomenologia comportamentale del singolo oggetto strutturale.


Link al materiale didattico:

http://www.didattica.univaq.it