.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

MARIA DOMENICA DI BENEDETTO


Nome: Maria Domenica
Cognome: Di Benedetto
Qualifica: Professore ordinario
Settore Scientifico Disciplinare: ING-INF/04 (Automatica)
Struttura di afferenza: Dipartimento di Ingegneria e scienze dell'informazione e matematica
Email: mariadomenica.dibenedettounivaq.it
Telefono Ufficio: +39 0862434449
Altro telefono: +39 320 923 1095
Fax Ufficio: +39 0862701979
Home Page personale: http://www.diel.univaq.it/people/dibenedetto/index.html


Insegnamenti tenuti - a.a.

InsegnamentoOrario di ricevimento
Analisi e controllo di sistemi ibridi (I4I - Ingegneria Informatica e Automatica) Martedi' ore 11.30-13.30 e su appuntamento preso via e-mail
Controlli Automatici (I3N - Ingegneria dell'Informazione) Martedi' ore 11.30 - 13.30 e su appuntamento preso per e-mail



Curriculum scientifico

(Aggiornato il 25-03-2015)

Link versione stampabile (pdf)

Maria Domenica Di Benedetto ha conseguito la Laurea (con lode) in Ingegneria Elettronica presso l'Università di Roma "La Sapienza" nel 1976. E' Docteur-Ingenieur (1981) e Docteur d'Etat ès Sciences (1987), Université de Paris-Sud (Orsay, Francia). Dal 1979 al 1983 è stata ingegnere di ricerca, Centro Scientifico IBM di Parigi e Roma. Dal 1983 al 1987 è stata ricercatore universitario, Università di Roma La Sapienza. Dal 1987 al 1990, è stata Professore Associato, Istituto Universitario Navale di Napoli. Dal 1990 al 1993 è stata Professore Associato, Università di Roma "La Sapienza". Dal 1994, è Professore Ordinario di Controlli Automatici, Università de L'Aquila. Dal 1995 al 2002 è stata Adjunct Professor presso il Department of EECS, University of California Berkeley. Nel 1987, è stata Visiting Scientist al MIT, nel 1988, 1989 e 1992 è stata Visiting Professor alla University of Michigan, Ann Arbor, nel 1992 è stata Chercheur Associé, C.N.R.S., Poste Rouge, Ecole Nationale Superieure de Mecanique, Nantes, dal 1990 al 1995 è stata McKay Professor alla University of California Berkeley. Dal 2002 è IEEE Fellow. E’ stata membro della IEEE Control Systems Award Committee, IEEE Control Systems Society, dal maggio 2007 al maggio 2010. E’ membro della IEEE Fellow Evaluation Committee of the Control Systens Societt dal gennaio 2013. E' stata Chair dello Standing Committee on Fellow Nominations, IEEE Control Systems Society, dal 2003 al 2007. Dal 1995 al 1999, è stata Associate Editor delle IEEE Transactions of Automatic Control. Dal 2006 al 2009, è Associate Editor at Large delle IEEE Transactions on Automatic Control. Dal 1995, è Subject Editor del International Journal of Robust and Nonlinear Control.

E' stato Proponente del Centro di Eccellenza DEWS (Design of Embedded Controllers, Wireless interconnect and Systems on chip), istituito dal Decreto Ministeriale del 31.1.2001, ed e' Direttore del DEWS dalla sua nascita nel 2001. Il DEWS ha un numero importante di collaborazioni in Europa e negli USA. In particolare, partecipa a numerosi progetti europei e alla Rete di Eccellenza europea HYCON2, nella quale la Prof. Di Benedetto e’ membro del Governing Board e dell’Executive Committee. Inoltre, il DEWS e’ membro del Distretto Tecnologico d'Abruzzo ed e' stato promotore della Scuola di Alta Formazione in ICT nell'ambito del Polo di Innovazione in ICT in Abruzzo.

La Prof. Di Benedetto e’ membro del Comitato Tecnico-Scientifico del Centro di Eccellenza per la Ricerca CETEMPS dell'Università de L'Aquila. E’ socio co-fondatore di WEST Aquila S.r.L.. E’ membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione MIRROR dal 2008. E’ Presidente dello European Embedded Control Institute dal dicembre 2009. Dal 2010, e’ membro dell’International Advisory Board del Centro LCCC (Lund Center for Control of Complex engineering systems), Lund, Svezia.

La ricerca della Prof. Di Benedetto e' centrata sull'analisi e il controllo di sistemi non lineari ed ibridi, e le loro applicazioni nel campo dei sistemi di controllo su reti di comunicazione e dell’automotive. Attualmente, si occupa in particolare di problemi legati all'uso di reti di sensori wireless come mezzo di comunicazione tra sensori, controllori e attuatori, l'effetto delle non idealità della comunicazione sugli algoritmi di controllo e la co-progettazione di controllori e reti. Ha collaborato con aziende automobilistiche, quali la Ford e la Magneti-Marelli, con aziende per il controllo industriale quali l'ABB, con istituzioni per il controllo del traffico aereo quali EUROCONTROL, NLR, e con aziende per le telecomunicazioni quali Thales e Selex.