.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

DONATO DI LUDOVICO


Nome: Donato
Cognome: Di Ludovico
Qualifica: Ricercatore confermato
Settore Scientifico Disciplinare: ICAR/20 (Tecnica E Pianificazione Urbanistica)
Struttura di afferenza: Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile - Architettura, Ambientale
Email: donato.diludovicounivaq.it
Telefono Ufficio: +39 0862 434.134
Fax Ufficio: +39 0862434143

Insegnamenti tenuti - a.a.

InsegnamentoOrario di ricevimento
Progettazione Urbanistica (I4A - Ingegneria Edile-Architettura U.E.) su appuntamento da prendere con email donato.diludovico@univaq.it



Curriculum scientifico

(Aggiornato il 10-09-2018)

Link versione stampabile (pdf)

Donato Di Ludovico si è laureato nel 1999 con il massimo dei voti in Ingegneria Civile Sezione Edile presso l’Università dell’Aquila. Nel 2004 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Tecnica Urbanistica presso il Dipartimento di Architettura ed Urbanistica della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma “La Sapienza”. Ha svolto attività di ricerca all’Università dell’Aquila, dove ha ricoperto il ruolo di Tutor nei Laboratori di Urbanistica e Tecnica Urbanistica ed è stato docente a contratto di Urbanistica nel Corso di Laurea di Ingegneria Edile-Architettura. Attualmente è Ricercatore di ruolo di Tecnica e Pianificazione urbanistica (SSD 8/F1 – ICAR/20) presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura e Ambientale - DICEAA dell’Università dell’Aquila, ed è Professore aggregato di Progettazione Urbanistica nel Corso di Ingegneria Edile-Architettura nonché relatore di numerose Tesi di Laurea. Il 3 aprile 2018 ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale a Professore di II° Fascia con giudizio unanime (valida fino al 3 aprile 2024).

Nel 2012 ha afferito al collegio del Dottorato di ricerca in “Recupero, progetto e tutela nei contesti insediativi e territoriali di elevato valore ambientale e paesistico" e dal 2013 ad oggi al collegio del Dottorato in "Ingegneria Civile, Edile-Architettura, Ambientale" dell’Università dell’Aquila.

Il 12 luglio 2017 è stato nominato Coordinatore Erasmus del DICEAA.

All’inizio della sua attività accademica ha svolto ricerca nel campo della pianificazione ambientale ed in particolare delle Reti Ecologiche e della Continuità Ambientale, partecipando al MURST 40% con l’Università dell’Aquila sul “Progetto PLANECO, pianificazione nelle reti ecologiche”, al progetto della UE – Life Environment “The development of a demonstration model to integrate ecological networks into physical and lans use planning and management”, ed al progetto APE – Appennino Parco d’Europa. Altro campo di indagine ha riguardato il ruolo dei GIS nelle procedure di formazione e gestione dei Piani nonché dei Sistemi della Conoscenza. In particolare, il tema dei Quadri Conoscitivi viene approfondito nella sua tesi di dottorato con la elaborazione della Carta dei Luoghi e dei Paesaggi della Provincia di Trento.

Nella sua attività di ricerca si è occupato anche di Sviluppo turistico, di Pianificazione dei tempi e degli orari e della formazione di Legislazione urbanistica regionale (Regione Abruzzo), nonché del tema della Valutazione Ambientale in veste di Responsabile Scientifico per la Regione Abruzzo del Progetto Europeo “Speedy – Shared Project for Environmental Evaluation with DYnamic governance” (2013-2016), che ha avuto l’obiettivo di creare una piattaforma tecnologica per la corretta applicazione della Direttiva europea sulla Valutazione Ambientale Strategica (VAS), ma anche di individuare degli spunti di riflessione da portare all’attenzione della Commissione Europea per migliorare e potenziare ulteriormente la VAS. In questo ambito di ricerca ha indagato anche la strutturazione di set di indicatori (Territorio/Ambiente/Paesaggio) e del rapporto di questi con le nuove forme di Pianificazione, argomenti che ha affrontato nelle diverse edizioni dei Rapporti dal Territorio INU (2005, 2007, 2010 e 2016), in progetti come SICORA – Supporto Informativo per la gestione della zona Costiera della Regione Abruzzo (nel quale ha ottenuto un Assegno di ricerca nel periodo 2004-2005), o lo studio sul raddoppio della Strada Statale SS16 commissionato all’Università dell’Aquila dall’ANAS (2009).

Sul tema dei centri storici è stato Responsabile scientifico per lo “Studio e predisposizione di un sistema di monitoraggio per i programmi di cui alla Legge Regionale n. 13/04 – Provvidenze per il recupero e la valorizzazione dei Centri Storici” (Regione Abruzzo, 2013-2014), sul quale è stato attivato anche un Assegno di Ricerca annuale. Inoltre, è’ stato componente del gruppo di ricerca del Progetto ViTo – “Integrated Urban Development of Vital Historic Towns ad Regional Centre”, un programma di Cooperazione Transnazionale SEE (area South East Europe) promosso dall’amministrazione Comunale di Ptuj – Slovenia (Comune di Teramo, 2013-2014).

Ulteriore campo di interesse scientifico riguarda il tema della Pianificazione Strategica comunale e regionale e dei Progetti di Territorio e di Paesaggio, che vengono affrontati con dettaglio nella Ricerca PRIN SPHERA – “La Pianificazione Spaziale delle Regioni / comportamenti e strumenti” (2006-2008), in cui viene approfondito il tema innovativo dell’Italia Mediana, ipotizzando la formazione di una Macroregione. Approfondimenti su queste tematiche vengono affrontati dal ricercatore in veste di Responsabile scientifico di un Assegno di Ricerca triennale dal titolo “Pianificazione Strategica, elementi critici” (Progetto di ricerca “Progetto delle forme post-urbane. La sfera del piano”, 2014-2016), nella ricerca “Proiezioni Territoriali per le città” nata nell’ambito della costruzione del Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 (2006-2007), nella formazione metodologica dei Programmi Integrati di Sviluppo Urbano (2008-2011), nonché nel “Progetto nei Territori snodo 2 – Abruzzo” commissionato dalla Regione Abruzzo e dal Ministero delle Infrastrutture e trasporti (2012-2014), in cui sono stati stata approfonditi i temi di ricerca della Macroregione Mediana e dei Telai Territoriali, e nella partecipazione alla redazione del Nuovo Piano Paesaggistico della Regione Abruzzo, dapprima come consulente e oggi come delegato dell’Università dell’Aquila (2006-2011, 2016-in corso).

Attualmente le sue tematiche di ricerca si concentrano sulla Pianificazione della Ricostruzione post-sisma, per la quale è stato relatore di 5 tesi di Dottorato di ricerca (di cui 1 in co-tutela con l’Universidade do Porto) dal 2012 al 2015, e sulla Pianificazione dei Rischi, quindi sulla più generale Resilienza in relazione alle componenti territoriali, ambientali e paesaggistiche, con particolare riferimento a due campi. Il primo è il Management Risk Planning e il Disaster Risk Assessment, che riprendono il tema di ricerca dei Sistemi delle conoscenze, alla scala regionale e alla scala locale. In questo campo ha partecipato al gruppo di studio per il Piano di Riferimento Regionale per le Emergenze (2004-2005) e ha predisposto una ricerca sui Poli logistici (2006-2007); dal 2015 ad oggi il ricercatore è responsabile scientifico di una Borsa di ricerca finanziata dalla Regione Abruzzo sulla Condizione Limite per l’Emergenza e sulla Pianificazione Regionale di Protezione Civile. Il secondo campo riguarda le nuove dimensioni degli Spazi pubblici e delle relative Dotazioni, con particolare riferimento al concetto di Standard urbanistico, del rapporto tra Spazi pubblici e Sicurezza, alle nuove esigenze della società contemporanea, al ruolo delle nuove tecnologie e del Progetto urbanistico. In tale campo il ricercatore è Relatore di una tesi di Dottorato di ricerca dal titolo “Lo spazio pubblico: nuove dimensioni. Società, tecnologia, temporaneità” (2016-in corso).

Dal 18 al 24 giugno 2018, il ricercatore ha tenuto un ciclo di lezioni sul tema “Security planning and risk management in urban areas” presso la Gdańsk University of Technology (Politechnika Gdańska, Faculty of Architecture) nell’ambito delle attività didattiche per docenti previste dal programma Erasmus + (A.A. 2017/2018).

Durante la sua attività accademica, il ricercatore ha prodotto numerose pubblicazioni scientifiche, ha partecipato e organizzato summer school, numerosi convegni e congressi scientifici nazionali e internazionali, è stato referee di riviste scientifiche e del Cineca, e ha conseguito i seguenti premi: 2° Premio, sezione III – Importanza Scientifica o Progettuale, della III° Edizione del premio PAN – Paesaggio Architettura Natura “Ardito Desio” (Università di Udine – IPSAPA, 2013); segnalazione nella sezione I – Pertinenza tematica della IV° Edizione del premio PAN – Paesaggio Architettura Natura “Ardito Desio” (Università di Udine – IPSAPA, 2014); “Premio Urbanistica 2014” e “Premio Urbanistica 2015” per lo studio “Progetto di Territorio Snodo 2 - Abruzzo’”.

Nel 2014 il ricercatore è stato nominato dalla Rettrice Referente di Ateneo per le iniziative previste dalla programmazione 2013-2015, con particolare riferimento a “Interventi sugli alloggi per l’Ateneo residenziale” e alla Mobilità degli studenti. Nel 2015 è stato nominato dalla stessa Rettrice Referente di Ateneo per l’Urban Center dell’Aquila e delegato dal Direttore del DICEAA per il trienno 2015-18 ai “Rapporti con la pubblica amministrazione”. Sempre nel 2015 il ricercatore è socio fondatore della società Spin-Off "DRIMS Srl - Diagnostic Retrofitting and Innovation in Materials and Structures Srl". Dal 2012 è Responsabile del Laboratorio AnTeA (Analisi Territoriali e Ambientali) del DICEAA e dal 2009 è Direttore del LAURAq (Laboratorio Urbanistico per la Ricostruzione dell’Aquila di INU/ANCSA).

Dal 1999 fino ad oggi il ricercatore è iscritto all’Istituto Nazionale di Urbanistica, in cui ha rivestito diverse cariche nella Sezione regionale Abruzzo e Molise (Tesoriere, Segretario, Vicepresidente), ha portato avanti numerose iniziative condivise con l’Università dell’Aquila; è inoltre membro del Consiglio di amministrazione della Casa editrice INU Edizioni che pubblica la rivista “Urbanistica” (Classe A – Anvur) e la rivista scientifica “Urbanistica Informazioni”.